Categorie

logonew2.jpg
icona2mosler.jpg
copertina-rd-114x150.jpg

ReteMMT Facebook

Carta di Madrid: i vostri commenti.

Se anche tu la pensi come Roberto, firma la Carta di Madrid www.retemmt.it/cartadimadrid/
... Leggi tuttoSee Less

View on Facebook

Una nuova era progressista. A discuterne in questo momento a Kansas City gli economisti che possono realizzarla: Kelton, Wray, Mitchell, Mosler. Stefano Sanna e Daniele Basciu stanno seguendo la conferenza r ci mandano questa foto di speranza. Noi qui in Italia siamo pronti a fare la nostra parte con gli attivisti MMT di tutte le nazioni.
#mmt2017 Stephanie Kelton Warren Mosler Pavlina R. Tcherneva
... Leggi tuttoSee Less

View on Facebook

Posts tagged "varoufakis"

GRECIA: THE END

E’ andato tutto come previsto circa sei mesi fa, e confermato dai movimenti di mercato recentemente.

Tsipras tiene la Grecia in Eurozona e fa quello che la Trojka ha deciso, in particolare qui alcuni punti:

ambizioso piano di riforma delle pensioni

privatizzazione della rete elettrica

– modernizzazione della contrattazione collettiva e dei licenziamenti collettivi

vendita di di beni pubblici che saranno conferiti a un fondo apposito, i cui incassi serviranno a ripagare fino a 50 miliardi di euro dei prestiti ricevuti

– tutta la legislazione relativa dovrà essere concordata/supervisionata dalla Trojka

Qui il testo integrale dell’accordo: http://t.co/dfwTY1uCxr

Finisce così la triste storia della Grecia e di Tsipras, e non sarebbe potuta finire altrimenti, in assenza di un piano B di emergenza . L’idea di presentarsi alle elezioni e vincerle vendendo una favola (la contemporanea fine dell’austerità e permanenza in eurozona) è stato il primo passo di questo disastro ad orologeria, assolutamente non compreso qui in Italia da chi, di fronte allo scenario, si è concentrato sua moto e giubbotto di pelle del ministro delle finanze piuttosto che sull’inevitabile esito delle trattative in corso.

Il regime europeo è coerente e saldo. Le democrazie nazionali non contano, e il sistema procede all’interno dei parametri prestabiliti e gestiti dall’Euro tecnocrazia, che si muove su due linee principali:

1) Aumento del divario sociale, politico ed economico tra chi “sta sopra” e chi “sta sotto”

2) Trasferimento continuo di ricchezze reali strategiche dal settore pubblico ad oligopolisti privati.

Era stato compreso e denunciato per tempo, qui l’intervento dell’immenso Prof. Alain Parguez, era il 2012:

Ed in tre anni cosa hanno fatto molti di quelli che oggi si stracciano le vesti per il “colpo di Stato in Grecia”, oltre a sostenere partiti e Governi pro-austerità qui in Italia?


Print pagePDF page

GRECIA, VINCE IL NO. E ADESSO?

Come già successo in passato (bocciatura della Costituzione europea nel 2005 in Francia e Olanda, bocciatura del Fiscal Compact in Irlanda nel 2008) una consultazione popolare, questa volta in Grecia, ha rifiutato quello che la tecnocrazia europea aveva deciso e intendeva imporre (…)

(prosegue su ReteMMT.it: LINK)


Print pagePDF page

FORSE I MERCATI SI SONO OFFESI

Procedeva tutto liscio, ma ora sembra che i Mercati se la siano presa un pochino.

Comunque vada, in Italia nel 2011 era stato più facile che in Grecia oggi.

R12015-06-29 13_17_18-Greece 10-Year Bond Chart - Investing


Print pagePDF page

GRECIA: FINO A QUI TUTTO BENE

La prima annotazione è che il rendimento dei bond da Venerdì a oggi è in calo netto, per cui sembra che al dio dei mercati non dispiaccia l’andamento della trattativa in corso (AGGIORNAMENTO: anche se c’è un po’ di maretta  e le ultime rilevazioni sono un po’ altalenanti. Si possono seguire su Bloomberg)

La seconda è che l’ottimo Oscar Giannino ha sentenziato che Tsipras sta ottenendo un buon risultato:

og

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ci si può fare un’idea leggendo qui la proposta greca del 22/06, rilanciata dal blog “Tra Gli Squali Di Wall Street“: LINK

Stiamo a vedere, fino a qui tutto bene.

 


Print pagePDF page