MONTI DA IL VIA ALL'ULTIMA FASE DI DEMOLIZIONE DELL'ART. 47

Il processo di eversione passa alla fase 2. La Costituzione esistente (Art. 47)

“(…) incoraggia e tutela il risparmio in tutte le sue forme;

disciplina, coordina e controlla l’esercizio del credito. 

Favorisce l’accesso del risparmio popolare alla proprietà dell’abitazione, alla proprietà diretta coltivatrice e al diretto e indiretto investimento azionario nei grandi complessi produttivi del Paese.”

Ma attualmente, invece:

1) La possibilità che il settore privato accumuli in aggregato risparmio finanziario  è ostacolata dal pareggio di bilancio inserito in Costituzione;

2) Non è la Repubblica che controlla il credito ma, al contrario, i creditori controllano la Repubblica, istituzionalizzando politiche fiscali che danneggiano la maggioranza della cittadinanza;

3) Mario Monti suggeriva ieri (LINK) di aumentare la tassazione sulle case di proprietà, per ostacolare le famiglie che cercano di avere la proprietà dell’abitazione;

Ovvero Monti propone di completare la demolizione dell’Art. 47 della Costituzione. Questo raggiungerebbe due obiettivi:

a) Obiettivo sociale: (LINK) “Le riforme non hanno solo un fine economico, ma anche e soprattutto sociale perché servono a modificare la mentalità lavorativa degli italiani“, come spiega Taddei, del PD. È un’operazione di ingegneria sociale. Gli italiani devono abituarsi a non poter pensare al futuro, a vivere nel terrore. Le riforme servono a indurre sofferenza sociale e accettazione 

b) Obiettivo strettamente economico: il trasferimento massivo della proprietà di beni reali. La proprietà diffusa e popolare (quella prevista in Costituzione, per quanto lontana dall’essere attuata) sarà trasferita a gruppi finanziari che arriveranno a gestire in regime di oligopolio il mercato degli affitti, prelevando rendite finanziarie costanti e sicure dal reddito dei residenti in affitto. Il processo è già in atto (LINK), e di recente supportato dall’istituzione del Mutuo vitalizio ipotecario.

È un progetto articolato e strutturato di eversione della Costituzione, non c’è altro modo per definirlo.


Print pagePDF page

Leave a reply

Your email address will not be published.

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *